Il triste destino dei precari della ricerca nell’università italiana

Cosa succederà agli attuali precari della ricerca? Ecco le stime numeriche in un articolo pubblicato su ROARS. Le cifre e i dati sono impressionanti. Speriamo che servano, invece di cadere, come sempre, nel vuoto… “Se in un’azienda, pubblica o privata,  una frazione consistente del personale perde il lavoro, il governo interviene per scongiurare una “sofferenza sociale”, anche se molto spesso in maniera non efficace. Nell’università, però, stiamo assistendo al fenomeno contrario: è proprio il governo a causare il processo d’espulsione, che si profila come una vera e propria “emergenza” sociale e che in più disperde il patrimonio di professionalità che giace nelle figure a più alta formazione che abbiamo nel nostro paese.”

 

This entry was posted in rassegna stampa, report, risorse. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <pre lang="" line="" escaped="" highlight="">